Una corretta postura è importante per il benessere psico-fisico generale durante tutto il corso della vita. Per assumere quella giusta il principio fondamentale è non sovraccaricare il sistema muscolo-scheletrico. Errate posture se non corrette per tempo possono costringerci a letto fino a richiedere l’intervento di un fisioterapista a domicilio.  Se abitate in grandi città come Torino o Milano, non dovreste avere problemi a trovare professionisti che svolgono servizi di fisioterapia domiciliare,  viceversa anche se doloroso, sarete costretti a recarvi presso lo studio. Ecco quindi alcuni consigli per una corretta postura che possono esservi utili nella vita di tutti i giorni ed evitarvi dolorosi mal di schiena.

Calzature
Le scarpe sono la base su cui poggia tutto il peso del nostro corpo, prestate dunque molta attenzione alle scarpe che indossate e alla scelta del tacco. La postura non si riferisce soltanto alla posizione da seduti, ma soprattutto a quella eretta.

Le scarpe per prima cosa devono essere comode, escludendo per le donne, tacchi molto alti o a spillo. Indossarli tutto il giorno vorrebbe dire creare un pesante sovraccarico alle ossa dei piedi e ai muscoli della schiena e del collo.
Il consiglio è quello di acquistare in genere le scarpe a fine giornata, quando il piede è leggermente dilatato, in modo da essere sicuri di non dover soffrire per delle calzature troppo strette, ancorché nuove. Le scarpe strette infatti potrebbero portare vesciche e calli che influenzerebbero negativamente la postura.
Le scarpe devono anche essere simmetriche, quindi al momento dell’acquisto vanno provate entrambe e bisogna camminarci per verificare la loro calzabilità.
Le asimmetrie andrebbero ad incidere direttamente sulla ossa del bacino e in particolare sulla parte lombare della schiena, con dolori anche importanti.

Muovetevi
Non bisogna stare seduti a lungo, qualsiasi sia il lavoro o l’attività che state svolgendo. Oggi la prima causa di dolori alla schiena è il lavoro prolungato e ripetuto davanti ad un computer o ad una scrivania, davanti al quale si passano intere giornate e spesso ci si dimentica di fare una preziosa pausa di almeno 15 minuti, per rilassare in particolare i muscoli di collo e spalle.
La postura corretta davanti al computer ad esempio, è quella che prevede una distanza dalla scrivania di almeno 10-15 cm, in modo che le braccia poggino correttamente.
La schiena dev’essere sufficientemente sorretta da una sedia ergonomica e che abbia uno schienale che comprenda anche il poggia testa.
La posizione del capo non deve essere piegata in avanti e troppo vicina allo schermo e neppure flessa sulla tastiera, ma solo leggermente piegata in avanti.
Le gambe devono toccare il suolo e non rimanere penzoloni, in quanto non c’è il ritorno venoso e tendono a gonfiarsi e a diventare edematose.
La legge sulla salute e sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, impone una pausa ogni 2 ore, ma se il lavoro che si sta svolgendo è particolarmente impegnativo, il consiglio è quello di farla ogni ora e mezza.

Attenzione ai pesi
Imparate a sollevare i pesi nel modo corretto o comunque ad evitare di piegarvi a prendere qualcosa da terra in modo repentino e posizionando la schiena a 90°.
Il peso infatti non deve spostarsi tutto sulla schiena e per evitarlo è giusto abbassarsi prima con le gambe, afferrare il peso o l’oggetto e alzarsi, sempre concentrando il peso verso il basso.
La schiena deve dunque rimanere dritta e sono solo le ginocchia a piegarsi. Cosi si evitano dolorosi strappi e contratture che poi richiedono sedute dal fisioterapista a domicilio.

Controllate il materasso
La scelta del materasso non deve essere diretta a quello più morbido, ma a quello che sostiene bene la schiena, quindi più rigido e magari con reti che hanno doghe in legno. Anche il modo di dormire è importante e, se avete scelto un materasso a portanza differenziata, il suggerimento è quello di dormire su un fianco con le gambe leggermente piegate e usando un cuscino non molto alto e neppure troppo morbido, per aiutare il tratto cervicale a stare nella giusta posizione.

SP

Post correlati