Smettere di fumare costringe spesso molte persone a sottoporsi a vere e proprie torture psicologiche. Questo perché fumare è una vera e propria dipendenza e smettere implica davvero qualche sacrificio, almeno all’inizio.
Quando si parla di tossicodipendenza, ci viene subito in mente il classico drogato di eroina che subisce i sintomi dell’astinenza e a nessuno verrebbe mai in mente di paragonare un fumatore ad un tossicomane.

Eppure, studi e ricerche hanno provato che la dipendenza da nicotina è quella più forte da combattere. Oltretutto è anche socialmente accettata, nonostante ci sia un trend negativo negli ultimi anni che sta finalmente portando avanti campagne contro il fumo, un fumatore, fateci caso, non sarà mai trattato alla stregua di una persona che si buca.

La differenza sostanziale tra la dipendenza da eroina e quella da nicotina, è che la prima dà crisi d’astinenza forti e violente, mentre la seconda ha davvero poche sintomatiche. Lo scoglio peggiore, però, per tutte le dipendenze, si trova proprio una volta finita la vera e propria astinenza fisica: benvenuti nella dipendenza psicologica.
Il gesto, il rituale, la compagnia. Si arriva ad immaginare una vita senza fumo come un disastro psicologico e sociale. La vera e propria battaglia la si deve combattere e vincere contro la tentazione psicologica.

I metodi per smettere ci sono e sono molto diversi tra loro. Individuare quale si vuole scegliere, è già il primo passo verso la liberazione dal fumo.

AGOPUNTURA

Moltissime persone hanno trovato conforto e sollievo smettendo di fumare grazie ad intense e protratte sedute di agopuntura.
L’agopuntura agisce direttamente sui centri nervosi che comandano il rilascio di endorfine. In questo modo la sostanziale astinenza dell’inizio e la progressiva mancanza dal fumo dopo, saranno rimpiazzate dalla sensazione di benessere dopo ogni terapia. Questo è il metodo più tradizionale che ci sia per smettere di fumare ed anche quello con meno controindicazioni, ma obiettivamente è anche quello più caro .

PASTIGLIE, CEROTTI E GOMME DA MASTICARE: NICOTINA SOTTO ALTRE FORME

C’è chi si trova molto bene con dosi di nicotina rilasciate nel tempo. Stiamo parlando di sostituti alla vera e propria sigaretta come cerotti o gomme da masticare. Bisogna sempre seguire il consiglio del medico curante perché la nicotina può, a grosse dosi, portare a seri problemi di salute.
Sicuramente questo metodo è quello che ha meno impatto sull’aspetto psicologico perché se da una parte l’astinenza è placata dalla nicotina assunta, alla persona rischia di mancare la gestualità.

SIGARETTA ELETTRONICA

Utilizzata da molti, il pericolo è quello di essere il classico esempio “dalla padella alla brace”. Pur non avendo tutte le controindicazioni di una sigaretta vera, rischia di diventare un vizio, passando da una dipendenza all’altra.

LIBRO DI CARR

Smettere fumare è facile se sai come farlo. Il libro miracolo che ha fatto smettere milioni di fumatori in tutto il mondo: provare per credere. Il libro va indubbiamente letto con attenzione e meticolosamente capito. Controindicazioni? Bisogna iniziarlo e finirlo, cosa non troppo scontata.

Cerca rimedi di salute e benessere su https://rimedieconsigli.com/

Marco

Post correlati